Artva

 

ARVA o ARTVA

L'apparecchio di ricerca in valanga, comunemente noto come ARVA (Appareil de Recherche de Victimes en Avalanche), in francese o come ARTVA (Apparecchio di Ricerca dei Travolti in VAlanga), è uno strumento elettronico utilizzato per la ricerca delle persone travolte in valanga.

Lo strumento è sostanzialmente una ricetrasmittente di segnale non vocale), che funziona sulla frequenza di 457 kHz. L'apparecchiatura è indossata dagli escursionisti in modalità di trasmissione permettendo a coloro che non sono stati travolti dalla valanga di commutare l'apparecchio in ricezione al fine di localizzare il trasmettitore dei travolti. Esistono due tipi fondamentali di ARVA: analogici e digitali, con diverse caratteristiche e facilità d'uso.

Lo strumento essenziale si compone di una ricetrasmittente analogica a un canale, con portata di circa 80 metri, commutabile o in ricezione, o in trasmissione (ma sempre in trasmissione durante l'escursione, se non si è in fase di ricerca), con un'antenna interna, un segnalatore acustico, ed un attenuatore, segnale regolabile con una manopola che indichi le distanze, man mano che ci si avvicina, in ricerca, al travolto. I modelli più complessi, tuttora in evoluzione tecnologica, possono essere digitali, avere particolari software, un visualizzatore circa evoluto, avere più di un'antenna per una migliore risoluzione spaziale, e permettere la captazione e risoluzione di più segnali ricevuti in contemporanea.